Supporti CD-RW, DVD-RW e DVD+RW cancellati con il comando di cancellazione rapida: cosa è recuperabile e come

Una volta cancellato un disco riscrivibile con il comando di cancellazione rapida, lo stato del supporto risulta modificato. Questo dipende dallo standard con cui è stato realizzato il disco. Meritano particolare attenzione i dischi ottici riscrivibili CD-RW, DVD-RW e DVD+RW. È proprio in base a questo stato che un software per il recupero dei dati, quale IsoBuster, è in grado o meno di recuperare i dati cancellati.

L'argomento è piuttosto complesso, principalmente a causa dei differenti ruoli ricoperti dal software e dall'hardware, quindi potreste dover leggere questo articolo due volte ;-)

Innanzitutto, cominciamo a vedere qual è la differenza tra cancellazione completa e cancellazione rapida, a livello di unità.

Ho intenzionalmente parlato di livello di unità perché, nella maggior parte dei casi, è l'unità che esegue il comando di cancellazione ricevuto dal software. Quindi, per il software, si tratta più o meno di una sorta di "toccata e fuga": il software invia il comando di cancellazione e attende finché l'unità non è pronta.

Quando viene richiesta la cancellazione completa di un supporto ottico riscrivibile, l'intera superficie del disco viene sovrascritta con un pattern neutrale (composto da tutti zeri o tutti 0xAA o da un pattern simile). Come risultato, tutti i dati presenti sul disco vengono completamente eliminati. Al termine della cancellazione, non è possibile risalire ai dati precedentemente scritti sul supporto: tutto il vecchio contenuto è completamente eliminato. Non è possibile recuperare i dati dal disco nemmeno in un laboratorio altamente specializzato. Inoltre, viene aggiornata anche la struttura dei file memorizzata sugli anelli interni del disco, utilizzati dalle unità per determinare il layout del supporto, così da rendere il disco vuoto. Tutti i riferimenti alle tracce e alle sessioni precedentemente registrate sul supporto vengono eliminati.

La cancellazione rapida è nata con lo scopo di essere, appunto, rapida. Durante la cancellazione rapida, l'area dati principale del disco non viene modificata o, per lo meno, non in modo completo. La maggior parte dei dati, infatti, risiede ancora nel supporto. Ciò che viene modificata è la struttura dei file memorizzata sugli anelli interni del disco. Tutti i riferimenti alle tracce e alle sessioni precedentemente registrati sul supporto vengono eliminati e il disco viene lasciato in uno stato che lo fa apparire vuoto agli occhi di un masterizzatore CD/DVD (per lo meno, nella maggior parte dei casi).

Quindi, se i dati sono ancora presenti sul supporto una volta che il disco è stato cancellato con il comando di cancellazione rapida, dove sta il problema, vi chiederete?

Il problema maggiore è rappresentato dal formato dei dischi CD-RW e DVD-RW (si legge: DVD meno RW).

Come ho spiegato in precedenza, durante la cancellazione rapida del disco a livello di unità, la struttura dei file viene modificata in modo da far apparire nuovamente vuoto il supporto. Il grosso problema è rappresentato proprio da questo: un disco vuoto - dal punto di vista di un'unità - è un disco vuoto. Di conseguenza, l'unità non consente la lettura del supporto e non esegue alcun comando di lettura, riportando una serie di errori; inoltre, non ritenta nemmeno la lettura dei dati. A questo punto, il fattore limitante è rappresentato dall'unità. Non esiste alcun modo per risolvere questo problema, poiché non è possibile forzare un'unità a vedere un disco differente da quello che è stato inserito (*).

L'unico modo (*) per aggirare il problema è quello di inviare il disco ad un (probabilmente costoso) laboratorio attrezzato per il recupero dei dati, che potrebbe disporre delle corrette apparecchiature per recuperare il disco. Poiché questa limitazione è di tipo hardware, alcuni laboratori dispongono di hardware personalizzato per gestire questo problema specifico.

(*) Se l'argomento susciterà un maggiore interesse, dedicherò un altro articolo a questo problema, in modo particolare spiegherò quali tentativi potrebbe effettuare un utente con molto tempo libero a disposizione.

C'è però un'eccezione a quanto detto finora e si verifica quando il software cancella i dischi DVD-RW (non CD-RW) non inviando il comando "cancellazione rapida" ma, invece, effettuando lui stesso la cancellazione, come se stesse cancellando un disco DVD+RW. Per comprendere meglio questo aspetto, continuate a leggere l'articolo.

L'eccezione è rappresentata dai dischi DVD+RW (si legge: DVD più RW). I progettisti di questo formato furono abbastanza lungimiranti da decidere che questo formato non avrebbe avuto bisogno della funzione di cancellazione. Dopo tutto, una cancellazione completa non fa altro che sovrascrivere i dati del cosiddetto DOW (Disc Over-Write), riducendo la qualità del supporto. Se l'utente richiede una cancellazione completa, il software può sempre scrivere un pattern neutrale sull'intera superficie del disco, ottenendo lo stesso risultato. Poiché un disco DVD+RW può avere una sola traccia in una sessione, non è necessario modificare la struttura dei file dell'anello interno. Se una traccia già esiste, perché cambiarla? Quando un utente desidera scrivere un nuovo contenuto sul disco, il software semplicemente sovrascrive i vecchi dati. Naturalmente, questo influenza in modo positivo la formattazione in background ed altre funzionalità che non affronterò al momento. In altre parole, non esiste un comando di cancellazione che un'applicazione può inviare.

Se un utente desidera cancellare rapidamente un disco DVD+RW, il software deve essere sufficientemente intelligente da scrivere semplicemente dei dati neutrali sulla struttura dei file system (quali, ad esempio, ISO9660 e UDF). Questa, infatti, è l'operazione che la maggior parte dei software esegue per cancellare rapidamente un disco DVD+RW.

Di conseguenza, un'unità DVD vede comunque una traccia sul disco al termine della cancellazione rapida, quindi il disco non risulta vuoto. Se sul disco esiste una traccia con una lunghezza diversa da zero, un software quale IsoBuster può inviare comandi di lettura all'unità e recuperare i dati registrati sul disco. Quindi, la funzione cerca dati mancanti è in grado di operare correttamente, producendo dei risultati.

Come per i dischi DVD-RW, esiste un'eccezione. All'inizio, non tutti i produttori hardware di unità DVD compresero la filosofia e lo spirito del principio "non deve esistere alcun comando di cancellazione". Così, si assicurarono che il comando di formattazione eseguisse lo stesso tipo di operazione eseguita dal comando di cancellazione. Successivamente, informarono tutti i produttori di software (confondendoli) che, per cancellare un disco, era necessario inviare un comando di formattazione anziché un comando di cancellazione.

Per quanto ne sappia io, oggigiorno la maggior parte dei produttori hardware di unità DVD tiene fede alla filosofia del "non deve esistere alcun comando di cancellazione" e le unità DVD prodotte recentemente non eseguono più la cancellazione dei dischi +RW, nemmeno quando ricevono il comando di formattazione. Lo stesso discorso vale per gli sviluppatori di software, che finalmente hanno visto anche loro la luce. Comunque, è difficile cambiare il mondo e le eccezioni esistono ancora là fuori, nel mercato dei dischi ottici.

Quindi, quando gli utenti chiedono "Ho eseguito la cancellazione rapida di un disco DVD+RW o DVD-RW. Posso ancora recuperare i dati cancellati?", è difficile dare una risposta definitiva poiché ciò dipende dal tipo, dalla marca e perfino dalla revisione del firmware del masterizzatore che ha eseguito la cancellazione del supporto, in combinazione con il software (e relativa versione) utilizzato.

Per esperienza, posso affermare che spesso è possibile recuperare i dati dai dischi DVD+RW se questi sono stati cancellati, con il comando di cancellazione rapida, utilizzando un'unità e un software recenti. Le possibilità di successo si riducono in modo significativo se si utilizzano i dischi DVD-RW, poiché molte applicazioni si limitano semplicemente ad inviare all'unità un comando di cancellazione o di formattazione. È possibile recuperare i dati dai dischi CD-RW, cancellati con il comando di cancellazione rapida, solamente in laboratori specializzati o adottando speciali accorgimenti che sono difficili da spiegare in questa sede.

Spero che quanto spiegato in questo articolo abbia un senso per voi.

Terminologia

I termini "Erase" (cancellare) e "Blank" (vuoto) hanno lo stesso significato, ovvero "cancellare". I software utilizzano principalmente il termine "Erase" mentre le specifiche tecniche ufficiali e gli standard adottano il termine "Blank", ad esempio "Full Blank" (cancellazione completa) e "Quick Blank" (cancellazione rapida).

Collegamenti interessanti di Wikipedia che illustrano i differenti formati

Certified for Windows XP Certified for Windows VISTA Certified for Windows 7 Certified for Windows 8
Aggiungete questa pagina ai Preferiti e condividetela in rete: