Rilasciato IsoBuster 4.5 Beta

2 dicembre 2019

Come al solito, sono molto lieto di annunciare un nuovo rilascio di IsoBuster. Oggi si tratta di IsoBuster 4.5 beta, ma lascio che sia il seguente elenco a parlare da solo.

Modifiche / novità:

  • Possibilità di riprendere la scansione dei file e cartelle mancanti se è ancora visualizzato il contenuto
  • Possibilità di salvare i risultati della scansione (come file *.ibr)
  • Possibilità di caricare i risultati della scansione (*.ibr) precedentemente salvati e riprendere la scansione
  • Possibilità di importare l'elenco di file e cartelle formattato in formato XML (se si ha la possibilità di sapere dove sono fisicamente memorizzati i file sul supporto)
  • Supporto per un numero maggiore di HDD recorder Philips (DVR-3500)
  • Supporto per i file immagine dei floppy disk Brother *.256 che utilizzano il primitivo file system FAT
  • Possibilità di estrarre i risultati della ricerca (file e cartelle) preservandone i rispettivi percorsi anziché creare un elenco di tutti i file e le cartelle trovate

Miglioramenti:

  • Riscritta parte di analisi di ISO9660 per evitare la visualizzazione di avvisi relativi all'allocazione di memoria quando si allocano buffer estremamente grandi
  • Per impostazione predefinita non vengono visualizzati gli errori 'fuori specifica' in caso di errori gravi ISO9660 'fuori specifica'
  • Le opzioni di scansione ISO9660 adesso consentono di mostrare errori 'fuori specifica' sia soft, sia severi
  • Supporto per la versione ISO9660 NCR_DIAGS
  • Supporto per le implementazioni ISO9660 che non sono basate su 2048 byte per settore. Sono rare, ma ho avuto modo di trovare un file immagine di quel tipo
  • Vari altri miglioramenti per ISO9660 (e derivati)
  • Quando nelle opzioni è attiva la ricerca di HDD / SSM / USB e IsoBuster non è eseguito come amministratore, IsoBuster chiederà di essere eseguito come amministratore. Il riavvio dell'applicazione consente di non salvare la configurazione corrente. perché, una volta avviato con privilegi elevati, le modifiche apportate alle opzioni verrebbero salvate per l'utente con privilegi amministrativi e non per l'utente con privilegi normali
  • Riconoscimento delle immagini floppy Amiga *.adf, *.adz, *.dms e *.fdi a 512 byte/blocchi anziché file immagini CD
  • Supporto per le estensioni dei file immagine *.512, *.256 e *.128. Questo forza IsoBuster a gestire i file immagine utilizzando quella dimensione dei blocchi
  • Durante l'apertura dei file immagine *.CDT, *.ISO o *.BIN, adesso IsoBuster cerca i file *.CUE con lo stesso nome dei file immagine nella stessa cartella e, se presenti, vengono aperti
  • I campi di inserimento degli indirizzi adesso supportano la notazione x.. (oltre ai già supportati 0x.. e ..h) per consentire l'inserimento di dati esadecimali
  • Implementato il tag <%OBJECTS> nella funzionalità per esportare i file per indicare il numero di file+cartelle presenti in una cartella
  • Implementati i tag <%ATTRIB(U)>, <%TYPE(U)>, <%UIC> nella funzionalità per esportare i file per consentire la visualizzazione di proprietà/attributi che sono indipendenti dalla lingua (Uniform)
  • Utilizzo del font Lucinda Console, come font a spaziatura fissa nella finestra di visualizzazione dei settori, nel caso in cui il font Courier non risulti installato (come visto in WinPE)
  • Migliorata l'interfaccia per la navigazione breadcrumb in certe condizioni limite, ad esempio Wine su Ubuntu etc.
  • Aggiunti numerosi miglioramenti, modifiche e riscritture del codice/motore, poiché questo è un progetto vivo e con un numero crescente di nuove funzionalità
  • Apportati vari altri miglioramenti alla GUI

Correzioni:

  • Corretto un bug nella finestra di dialogo Cerca (richiamata cliccando con il pulsante destro del mouse) che consentiva di trovare sempre tutti gli oggetti anziché gli oggetti identificati dai parametri di ricerca (Non il controllo di ricerca posizionato nell'angolo superiore destro)
  • Corretto un errore di eccezione che si poteva verificare quando un file CUE era relativo ad un file la cui dimensione non era un multiplo esatto della dimensione del blocco presente nel file CUE
  • L'analisi del testo adesso funziona anche sui dati formattati UCS-2 BE (UTF16 Big Endian, anche conosciuto come byte invertiti / Motorola)
  • Corretto un bug per cui adesso i tag <%>> e <%>=> vengono riconosciuti correttamente
  • Corretto un errore di eccezione che si poteva verificare quando la scansione di file e cartelle mancanti veniva immediatamente interrotta, anche prima dell'effettivo avvio della lettura

Raccomandatelo alle persone, mettete "Mi piace" e condividete su Facebook o tramite Twitter, lasciate commenti nei forum e così via. Attività di questo tipo sono veramente apprezzate. Iniziate facendo clic sul pulsante "Consiglia" presente su questa pagina.

Peter Van Hove,
Fondatore e CEO

Immagine di IsoBuster 4.5

Fare clic sull'immagine per ingrandirla

Certified for Windows XP Certified for Windows VISTA Certified for Windows 7 Certified for Windows 8 Certified for Windows 10
Aggiungete questa pagina ai Preferiti e condividetela in rete: