È stato rilasciato IsoBuster v1.9.1

Luglio 03, 2006

Siamo orgogliosi di annunciare il rilascio di IsoBuster v1.9.1.

Fare clic qui per scaricare il software.

Dovevamo prendere una decisione importante: dovevamo scegliere se utilizzare come numero della versione principale ancora 1.9 oppure passare a 2.0. Poiché l'interfaccia di IsoBuster è caratterizzata da un nuovo look, è facile pensare che saremmo passati alla versione 2.0. Invece abbiamo scelto di utilizzare come numero della versione principale ancora 1.9. Il motivo principale per cui abbiamo optato per questa soluzione è che abbiamo sempre preferito concentrarci sulla tecnologia anziché sull'aspetto (e gli utenti più vecchi probabilmente ci daranno ragione). Pensiamo che avrà senso passare alla versione 2.0 solo quando il supporto per i dischi BD e HD-DVD sarà completamente integrato e ottimizzato. Ciò che realmente conta per noi non è l'aspetto (icone, logo e così via) ma la tecnologia implementata ed essere considerati i migliori in quello che facciamo.

Di seguito sono elencate le nuove funzionalità introdotte e le modifiche apportate al programma:

Modifiche:

  • La finestra di benvenuto di IsoBuster rimane visualizzata a video fintanto che non viene caricata la finestra principale del programma. A volte il caricamento della finestra principale può durare diversi secondi se l'unità tenta di montare un disco "difficile" che non risponde immediatamente ai comandi.
  • Aggiunta un'opzione che consente agli amministratori di concedere agli altri utenti l'accesso a basso livello alle periferiche di memorizzazione.
  • Supporto multilingua per il programma di installazione.
  • Supporto dei temi visivi nella finestra delle informazioni.
  • Migliorato l'aspetto di diverse icone.
  • È possibile utilizzare il menu principale per selezionare un oggetto (File -> Seleziona oggetto)
  • Implementata la combinazione MAIUSC+F10 per accedere al menu contestuale.
  • Supporto per i file immagine .NCD e per il relativo sottoset.
  • Per impostazione predefinita, al termine della prima installazione del programma, l'icona multi-extent non viene più visualizzata a fianco di file e cartelle, al fine di evitare confusione. Per visualizzare nuovamente l'icona è necessario selezionare la relativa opzione nella finestra delle impostazioni.

Miglioramenti:

  • Aggiornate alcune funzionalità per il riconoscimento automatico dei DVD video.
  • La routine per l'identificazione di più sessioni in una traccia ora è in grado di gestire i dischi creati con il software Nero (questi dischi non hanno la tipica firma di Nero)
  • Implementato un workaround per un problema che non consente a determinate unità (DL-DT-ST DVD-ROM GDR8163B o, forse, un'intera generazione di unità) di montare correttamente i supporti DVD(+R/W). A volte, tracce e sessioni non vengono identificate in modo corretto.
  • Migliorata la corrispondenza tra i file immagine gestibili IBP/IBQ ed i relativi CD in alcune unità.
  • Durante il caricamento dei file IBP/IBQ a sola lettura (protetti in scrittura) viene visualizzata una finestra di avvertimento che consente all'utente di scaricare nuovamente il file immagine.
  • Quando il file eseguibile di IsoBuster (IsoBuster.exe) viene modificato, una finestra di dialogo avverte l'utente che un virus potrebbe aver infettato il sistema.
  • Per tutti i file system (quindi non più solo per il file system HFS), ora è possibile filtrare e sostituire i caratteri non validi presenti nei nomi dei file prima di effettuare l'estrazione dei dati.
  • Apportate diverse modifiche al fine di migliorare il supporto di Vista Beta 2. Rispetto alla versione beta precedente, la nuova versione beta di Vista ha subito notevoli modifiche.
  • Apportate varie modifiche interne per meglio supportare le nuove generazioni di lettori e masterizzatori.

Correzioni:

  • Corretti alcuni problemi di entità minore relativi all'interfaccia grafica. Probabilmente queste correzioni passeranno inosservate.
  • Corretto un raro problema che causa un errore di eccezione quando non è presente alcun layout di file system sul disco.
  • Corretti alcuni problemi relativi al riconoscimento delle estensioni dei file memorizzati in un file system HFS. Non venivano assegnate tutte le estensioni riconosciute.
  • Corretto un problema che aumentava di 2KB la dimensione dei file estratti da un file system HFS+. Sebbene questo non rappresenta un problema per la maggior parte dei file, i dati in eccesso accodati ai file di testo potrebbero venire visualizzati negli elaboratori di testo.
Certified for Windows XP Certified for Windows VISTA Certified for Windows 7 Certified for Windows 8 Certified for Windows 10
Aggiungete questa pagina ai Preferiti e condividetela in rete: